Novità per la stampa in azienda dei certificati di origine

 

In via eccezionale l'autorizzazione e' concessa temporaneamente anche alle imprese prive dei requisiti normalmente richiesti. .L'impresa autorizzata dovrà verificare preventivamente l'accettazione del certificato di origine stampato in azienda da parte delle autorità doganali e dei i clienti esteri. Le aziende interessate all’autorizzazione devono inoltrare richiesta alla camera di commerco utilizzando l’indirizzo  commercio.estero@as.camcom.it..Gli uffici provvedranno a ricontattare tempestivamente l'azienda per la definizione della nuova  procedura (contratto di adesione da sottoscrivere, manuale operativo,  ritiro dei moduli certificativi numerati per la stampa dei c.o., ecc.). 

 

 Aggiornamento 23 marzo 2020

 

Il servizio Stampa in Azienda consente all’impresa di stampare i certificati di origine, richiesti telematicamente tramite il sistema Cert'O – Certificati per l'estero, direttamente presso la propria sede.

Lo Sportello Adempimenti per il Commercio Estero, una volta istruita la pratica, invierà il certificato di origine in formato PDF con timbro della Camera di Commercio contenente la firma scansionata del funzionario responsabile.

N.B.:l’impresa deve verificare preventivamente l’accettazione di certificato di origine stampato in azienda nei rapporti le Autorità doganali e i clienti esteri.

 

REQUISITI RICHIESTI

è necessario possedere uno dei seguenti requisiti:

  • essere Titolari di certificazione “AEO” Operatore Economico Autorizzato (qualsiasi tipo di certificato)

    oppure

  • essere Titolari dello status di “Esportatore Autorizzat” oppure

  • essere iscritti alla banca dati ITALIANCOM -numero meccanografico, con posizione aggiornata all’anno corrente e a condizione che siano presenti TUTTI i seguenti requisiti:

  • a) assenza di violazioni gravi o ripetute della normativa doganale e fiscale, compresa l’assenza di condanne per reati gravi in relazione all’attività economica del richiedenti (art. 39 (a) regolamento (UE) n. 952/2013)

  • b) che non siano state rifiutate domande di autorizzazione o sospese/revocate autorizzazioni esistenti per AEO -Esportatore Autorizzato, a causa di violazioni delle

    norme doganali negli ultimi tre anni.

 

In allegato le istruzioni complete

 

 

Ultima modifica: Mercoledì 25 Marzo 2020