Protesti

 

Proroga dei termini di sospensione dei protesti fino al 30 settembre 2021

L'art. 13 del D.L. 73/2021, noto come decreto sostegni bis, recante "Misure urgenti connesse all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali",  convertito nella Legge 23 luglio 2021, n. 106, ha esteso la sospensione dei termini di scadenza dei titoli di credito disposta in precedenza, per il periodo dal 9 marzo 2020 al 31 gennaio 2021, sino al 30 settembre 2021.

I protesti o le constatazioni equivalenti levati nel periodo dal 1° febbraio 2021 al 30 settembre 2021 sono cancellati d'ufficio. Non si fa luogo al rimborso di quanto già riscosso.

 

 

 

EMERGENZA CORONA VIRUS - ACCESSO AI SERVIZI  - AVVISO
 

  • CAUSA EMERGENZA SANITARIA, FINO A NUOVA DISPOSIZIONE GLI ACCESSI SONO CONTROLLATI E CONTINGENTATI
  • UTILIZZARE L'ACCESSO TELEMATICO E TELEFONICO IN VIA PRIORITARIA: GLI UTENTI SONO INVITATI AD ACCEDERE AGLI SPORTELLI SOLO PER LE URGENZE E PREVIO APPUNTAMENTO (da fissare utilizzando i contatti sotto indicati)         
  • SI PREGA DI SEGUIRE OGNI INDICAZIONE FORNITA A FINI DI CONTENIMENTO E SI INVITA A COLLABORARE (il personale, per evidenti motivi, è a ranghi ridotti)

 

SEDE AREZZO Servizio Uff. Protesti:  tel. 0575 303828/870   protesti@ar.camcom.it


SEDE SIENA Servizio Protesti e Prezzi: tel. 0577 202536   protesti@as.camcom.it


Per il deposito delle istanze di cancellazione occorre concordare un appuntamento; per evitare l'accesso fisico (preferibile) si può anticipare la documentazione via e-mail, quindi  attendere la conferma dell'ufficio sulla regolarità e sulla completezza di quanto trasmesso per procedere all'invio tramite posta/corriere degli originali cartacei. 

 

 

Ultima modifica: Mercoledì 4 Agosto 2021