Protesti

EMERGENZA CORONA VIRUS - ACCESSO AI SERVIZI  - AVVISO
 

  • CAUSA EMERGENZA SANITARIA, FINO A NUOVA DISPOSIZIONE GLI ACCESSI SONO CONTROLLATI E CONTINGENTATI
  • UTILIZZARE L'ACCESSO TELEMATICO E TELEFONICO IN VIA PRIORITARIA: GLI UTENTI SONO INVITATI AD ACCEDERE AGLI SPORTELLI SOLO PER LE URGENZE E PREVIO APPUNTAMENTO (da fissare utilizzando i contatti sotto indicati)         
  • SI PREGA DI SEGUIRE OGNI INDICAZIONE FORNITA A FINI DI CONTENIMENTO E SI INVITA A COLLABORARE (il personale, per evidenti motivi, è a ranghi ridotti)

DECRETO LEGGE 8 APRILE 2020, N. 23, ART. 11 (testo vigente)

La norma ha disposto che i termini di scadenza ricadenti o decorrenti nel periodo dal 9 marzo 2020 al 31gosto 2020, relativi a vaglia cambiari, cambiali e altri titoli di credito emessi prima dell'8.04.2020, e ad ogni altro atto avente efficacia esecutiva a quella stessa data sono sospesi per lo stesso periodo. La sospensione opera a favore dei debitori e obbligati anche in via di regresso o di garanzia, salva la facoltà degli stessi di rinunciarvi espressamente.

Per quanto riguarda gli assegni, l'assegno presentato al pagamento durante il periodo di sospensione è pagabile nel giorno di presentazione. La sospensione opera: sui termini per la presentazione al pagamento, sui termini per la levata del protesto o delle constatazioni equivalenti, sui termini previsti all'articolo 9, comma 2, lettere a) e b), della legge 15 dicembre 1990, n. 386, nonché l'articolo 9-bis, comma 2, della medesima legge n. 386 del 1990, sul termine per il pagamento tardivo dell'assegno previsto dall'articolo 8, comma 1, della stessa legge n. 386 del 1990.

I protesti o le constatazioni equivalenti levati dal 9 marzo 2020 fino al 31 agosto 2020 non sono trasmessi dai pubblici ufficiali alle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura; ove già pubblicati le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura provvedono d'ufficio alla loro cancellazione. Con riferimento allo stesso periodo sono sospese le informative al prefetto di cui all'articolo 8-bis, commi 1 e 2, della legge 15 dicembre 1990, n. 386, e le iscrizioni nell'archivio informatizzato di cui all'articolo 10-bis della medesima legge n. 386 del 1990, che, ove già effettuate, sono cancellate.

 

SEDE AREZZO Servizio Uff. Protesti:  tel. 0575 303828/870   protesti@ar.camcom.it


SEDE SIENA Servizio Protesti e Prezzi: tel. 0577 202536   protesti@as.camcom.it


Per il deposito delle istanze di cancellazione occorre concordare un appuntamento; per evitare l'accesso fisico (preferibile) si può anticipare la documentazione via e-mail, quindi  attendere la conferma dell'ufficio sulla regolarità e sulla completezza di quanto trasmesso per procedere all'invio tramite posta/corriere degli originali cartacei. 

 

 

Ultima modifica: Martedì 11 Agosto 2020